• Dott. Marco Ammoscato

Giovani ed adolescenti e approccio sistemico

Updated: Jun 10, 2021

Al di là di quello che possono essere i singoli percorsi formativi e professionali, la vita di ognuno di noi è costellata di passaggi: a volte lenti ed impercettibili, altre volte repentini e macroscopici.

A complicare la situazione vi è anche l’assenza di una riconoscibile sequenzialità e che le nostre diverse parti in gioco, i nostri diversi percorsi di sviluppo personale, sul piano fisico, cognitivo, relazionale, scolastico o professionale, seguono tempi e ritmi spesso differenti, quando non addirittura contrastanti.


Ciò appare più evidente, in molti casi critico, in adolescenza e nella giovane età, manifestandosi con momenti di forte ansia, stati depressivi, comportamenti disadattivi o di difficoltà nella gestione delle relazioni sia all’interno del nucleo familiare di origine sia sul piano sentimentale.

Le energie richieste nel soddisfare quei tipici compiti di differenziazione e di costruzione della propria identità rispetto al sistema dei valori, di genere o professionale sono messe in crisi, facendo emergere fragilità nascoste e nuove, fino a creare dei veri e propri blocchi, come corto circuiti, in particolare in un periodo storico e culturale che spesso non fornisce certezze ed ancoraggi con cui frenare tali forze interne e trovare la via verso i propri progetti personali (difficoltà nel portare avanti relazioni, abbandono scolastico, scarsa capacità di inserirsi nel lavoro, ecc.).

L’approccio sistemico relazionale è spesso efficace per i più giovani, proprio perché offre loro quello spazio di elaborazione sufficientemente pragmatico e strategico, ma al tempo stesso profondo e stimolante, adatto per prendere contatto con le proprie risorse, definire le corrette responsabilità, riconoscere i propri processi e operare scelte consapevoli.

Come in ogni percorso di psicoterapia è ovviamente essenziale una sufficiente motivazione, che a volte va costruita, in particolare quando è un genitore o un’altra figura di riferimento che “spinge” ad accedere.

59 views0 comments